SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 29 ottobre 2020

Incendio distrugge l’ex yacht di Caltagirone

Nella notte tra lunedì e martedì le fiamme hanno avvolto il superyacht The One per poi passare al Barbie

Abbonamenti SVN
ADV
Marmaris, Turchia – Nella notte tra lunedì 3 e martedì 4 gennaio, si è scatenato un incendio devastante sul The One, un superyacht di 71 metri risalente al 1973. Le fiamme si sono presto propagate a un secondo superyacht ormeggiato a pochi metri di distanza, il Barbie di 52 metri.

Nel totale le due barche hanno un valore che oscilla tra i 50 e gli 80 milioni di euro. Per avere ragione dell’incendio, i vigili del fuoco, intervenuti in forze con mezzi terrestri e navali, hanno dovuto lavorare per 4 ore. Al termine è stato evidente che dei due superyacht rimaneva ben poco.

La proprietà del The One è avvolta dal mistero e tale mistero sta dando vita a supposizioni diverse sull’origine dell’incendio.

La barca, sotto il nome di Carintia VI, è appartenuta ufficialmente, sino al 2013, al costruttore italiano Francesco Bellavista Caltagirone. Quando l’imprenditore fu indagato e arrestato per i fatti connessi con la costruzione del Marina di Fiumicino nel 2012, l’imbarcazione fu ufficialmente venduta.

In molti, tuttavia, pensano che, in modo indiretto, il superyacht, che è stato valutato tra i 25 milioni e i 30 milioni di euro, appartenga ancora al costruttore.

Nessun mistero sul Barbie, un superyacht più moderno, costruito nel 2006 dal cantiere Al Jadaf di Dubai. La barca appartiene all’imprenditore turco Ünal Aysal, noto per essere stato il proprietario della squadra di calcio turca Galatasaray.