SVN logo
SVN solovelanet
lunedì 28 settembre 2020

Aumentano donne ed età media

Secondo l'ultimo rapporto del Censis, un marinaio su cinque è donna, mentre il 47 per cento dei diportisti è over 45

FeB
ADV
Roma - Sempre più donne e over 55 nella nautica italiana. A dichiararlo è il Censis, che nelle ultime settimane ha reso noti i risultati della terza indagine sul turismo nautico (a vela e motore), realizzata in collaborazione con Assistenza Mare Italia.
Secondo i dati rilevati dall'ente di ricerca, un marinaio su cinque e donna; una quota ben superiore a quella registrata nel 2002, quando nove skipper su dieci erano uomini. Crescono anche i diportisti con età superiore ai cinquantacinque anni, il 47 per cento, così come gli over 65, il 20 per cento. Interessanti sono anche i dati sulle modalità di utilizzo dell'imbarcazione. Il 68,7 per cento degli intervistati si serve della propria barca di proprietà, il 15,9 per cento di quella di parenti o amici, mentre il 15,4 per cento dei diportisti privilegia il charter. Nella quasi totalità dei casi, il 92 per cento, la barca è destinata a trascorrervi le vacanze estive; l'84 per cento degli skipper vi trascorre in media quindici giorni a bordo, mentre il 69,5 per cento riesce ad usarla anche durante il week-end.
Ricco di spunti è anche il capitolo posti barca. E' cresciuta la quota di chi lo privilegia di proprietà, il 26,8 per cento rispetto al 18,5 per cento del 2002, mentre il 56,8 per cento predilige l'affitto annuale. Critiche sono le opinioni verso gli approdi italiani: l'83 per cento, difatti, valuta migliori quelli esteri.
La nautica, infine, si rivela un'attività “culturalmente elevata”. Il 46 per cento dei diportisti è laureato e il 42 per cento diplomato.