SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 28 maggio 2020

LA RECENSIONE DEL LIBRO

09/04/20

Attorno al 1200 a.C. decine di città del Mediterraneo orientale vengono distrutte da guerre, incendi e saccheggi, tra queste la mitica Troia. Cade l’Impero ittita, si estinguono i regni micenei e anche l’Impero egizio si indebolisce. La Grecia si ritrova semidistrutta, la scarsa popolazione si raccoglie in piccoli villaggi, ma l’abilità nel costruire e nel condurre le navi consente agli Achei di risollevarsi.

L’autore, confrontando fonti archeologiche, iconografiche e testuali, descrive le grandi e veloci navi achee dell’Età del Bronzo e dell’Età Oscura, che solcano il Mediterraneo forgiando la storia delle sue popolazioni in un avvicendarsi di scontri e scambi commerciali.

La storia degli Achei si intreccia e si confonde con i versi immortali dei poemi omerici, che guidano il lettore alla scoperta di un’epoca sospesa tra mito e realtà.