SVN logo
SVN solovelanet
domenica 25 ottobre 2020

LA RECENSIONE DEL LIBRO

04/04/06

l trimarano “Teignmouth Electron” galleggiava in pieno Atlantico con a riva la sola vela di mezzana. Era il 10 luglio 1969. Il capitano della nave postale britannica Picardy si avvicinò e fece suonare la potente sirena. Nessun segno di vita. Allora ordinò di mettere in mare una lancia per andare a vedere. L’imbarcazione era vuota. Il suo skipper Donald Crowhurst, salpato dalle coste inglesi il 31 ottobre del 1968 con l’ambizione di vincere il “Globo d’oro" la regata intorno al mondo senza scalo, era svanito nel nulla.

Crowhurst decise di tagliare i ponti: si suicidò, abbandonandosi in acqua e così il navigatore britannico entrerà nella storia dello yachting come l’antieroe, lo sconfitto, il fellone, l’inadatto.