SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 24 settembre 2020

Aleph sperona Azzurra, Luna Rossa batte i kiwi

Giornata ricca di emozioni in Sardegna. Protagonista l'incidente capitato al team italiano che ha portato alla penalizzazione di Pace e compagni. Capolavoro Greal contro i neozelandesi

Abbonamenti SVN
ADV
La Maddalena - Giornata di emozioni e inconvenienti, la quarta del Louis Vuitton Trophy di La Maddalena. Segnata da un incidente, quello tra Aleph e Azzurra che ha portato alla penalizzazione di quattro punti del team francese e all'impossibilità di utilizzare le due imbarcazioni, quelle di Bmw Oracle, per le prossime regate. Una, difatti, ha perso una porzione della prua; l'altra, sembra abbia subito un danno strutturale allo specchio di poppa.
La giornata, tuttavia, era iniziata con un buon vento che faceva presagire a un lungo calendario di sfide in mare. Ha iniziato Artemis, con Paul Cayard e Terry Hutchinson, che ha sconfitto Bmw Oracle. Un risultato che porta la barca svedese al terzo successo in altrettante gare, mentre i vincitori della Coppa America, dopo tre sconfitte devono ancora concludere un volo vittoriosamente. Team Origin ha poi superato All4One, mentre Synergy si è imposta con quindici secondi di vantaggio su Luna Rossa.
E' arrivato quindi il momento della collisione tra Azzurra e Aleph. Durante un incrocio il team francese ha speronato la poppa di Azzurra. Bandiera nera, ovvero squalifica immediata per i transalpini, e secondo punto per gli italiani “Noi eravamo abbastanza in controllo – ha detto Francesco Bruni, skipper di Azzurra – e Pace cercava di spingerci ma aveva poco tempo per farlo e pensava di riuscire a passare dietro la nostra poppa. Il suo prodiere gli ha fatto cenno che c'era spazio, invece ci ha preso in pieno a un metro dalla poppa. Il problema è che in quella situazione, per riuscire a passare, doveva farlo molto bruscamente. Pace ha dato una vangata tremenda al timone con le barche che andavano a undici nodi. Ha sbagliato e il colpo è stato fortissimo”. Nella collisione, Thomas Burnham, stratega di Azzurra, è caduto in mare. Per lui, un lieve infortunio alla testa che non desta preoccupazioni.
La regata successiva ha invece visto protagonista Luna Rossa, abile a imporsi in allungo su Emirates New Zealand. Decisivo è stato l'intuito di Torben Grael che nella seconda bolina, non seguendo alla lettera il manuale del match race, ha inseguito con successo i salti di vento del campo di regata sardo. La barca italiana è diventata così irraggiungibile per gli avversari kiwi. In seguito, Mascalzone Latino non è potuto uscire in mare contro Synergy per l'affievolirsi della brezza. Oggi, a causa dell'indisponibilità delle due barche di Bmw Oracle, il programma è stato rivisto e lo start alle regate è stato fissato per le nove di mattina.

Clicca qui per vedere il video della collisione tra Azzurra e Aleph.

Classifica round robin:
1. Artemis: 3 pt.
2. All4One, Azzurra, Team Origin: 2 pt.
3. Mascalzone Latino. Emirates New Zealand, Synergy, Luna Rossa: 1 pt.
4. Bmw Oracle: 0 pt.
5. Aleph: -2 pt.