SVN logo
SVN solovelanet
sabato 26 settembre 2020

Il team Luna Rossa disegna un nuovo piano velico, i Neozelandesi fanno i test

Le barche di Coppa America lasciano la vela rigida e passano alla doppia randa

Abbonamenti SVN
ADV
Aukland (New Zealand) – Circa una settimana fa sul molo di un marina della baia Waitemata di Aukland in Nuova Zelanda c’erano molte persone con le giacche del Team New Zealand che si davano da fare intorno a un piccolo trimarano per montare delle strane vele nere.

Due rande nere che sembravano di carbonio, il prototipo di quelle che potrebbero essere le nuove delle barche di Coppa America. Si tratta di due rande accoppiate, armate parallele su due scanalature dell’albero. La testa delle vele è quadra e queste sono full butten.

L’idea è del team Luna Rossa ed è stata testata in un prototipo grande un terzo di quello che sarà quando sarà montato sugli AC 75 alla presenza di una rappresentanza della Southern Spar che ha creato l’albero con sezione a D per accogliere le due canalette e della North Sail che ha materialmente realizzato il progetto del Team Luna Rossa.

Da quanto si sente sul video realizzato da team New Zealand in occasione dei test, si capisce come lo scopo sia quello di aumentare l’efficienza delle vele e semplificarle.

Le due rande possono essere issate e ammainate come vele comuni, il che farebbe risparmiare tutto il tempo che era necessario sui vecchi AC per montare le due sezioni delle vele ad ala rigida.

Il problema ora è capire se con queste vele si riuscirà a fare tutto quello che si riesce a fare con una vela normale, ovvero virare e abbattere velocemente, e come si comporteranno le vele nelle diverse andature.