SVN logo
SVN solovelanet
sabato 26 settembre 2020

Chiuso il Gold Fleet: Alinghi primo, Luna Rossa ultima

Il defender di Coppa America ha sconfitto anche gli acerrimi rivali di Bmw Oracle al termine di un match nettamente dominato dagli svizzeri

Abbonamenti SVN
ADV
Auckland – Con l’ultima tornata di regate si è concluso questa notte ad Auckland, in Nuova Zelanda, il Gold Fleet, il secondo round robin della Louis Vuitton Pacific Series utile a decretare gli accoppiamenti per le sfide a eliminazione diretta.

Lo ha vinto Alinghi, esemplare nell’aggiudicarsi tutti i duelli disputati, l’ultimo dei quali contro Luna Rossa al termine di una regata senza storia, che ha costretto il team di Patrizio Bertelli a chiudere il girone all’ultimo posto.

Particolarmente significativo per l’equipaggio vincitore dell’ultima Coppa America è stato, però, il successo ottenuto ieri contro Bmw Oracle. Se, infatti, i tribunali statunitensi non sembrano avere ancora la certezza su quale tra i due sindacati abbia ragione, un verdetto univoco lo ha espresso il mare. E nettamente a favore degli svizzeri. Ed Baird ha dominato il circling iniziale contro Russell Coutts, e la grande concentrazione a bordo di Alinghi non ha dato nessuna possibilità di rimonta al pur battagliero equipaggio a stelle e strisce.

Buono anche il Gold Fleet di Italia Challenge che è riuscito a concluderlo al terzo posto. Vasco Vascotto e compagni tra venerdì e sabato hanno conquistato due vittorie fondamentali contro Team Origin, quarti in classifica generale, e Luna Rossa, mettendo in mostra tutte le qualità dei propri velisti. Il Silver Fleet, invece, è stato vinto da China Challenge che dopo l’acquisto di Ian Williams, numero uno del ranking mondiale di match race, sembra tutta un’altra squadra rispetto a quella inesperta vista nell’ultima Coppa America.

Domani non si fermano le regate. I primi due voli vedranno affrontarsi gli ultimi due team del Golden Fleet contro i primi due del Silver Fleet. I vincenti tra Luna Rossa-China Team e K-Challenge-Team Origin, quindi, affronteranno nei quarti di finale rispettivamente Bmw Oracle e Italia Challenge. Alinghi, intanto, è già qualificata per la finale tra challenger, il cui esito decreterà chi dovrà sfidare Emirates New Zealand nell’ultimo e decisivo duello di questa Louis Vuitton Pacific Series.