SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 22 ottobre 2020

Giro del mondo senza scalo con un Maxus 22: sesto mese di navigazione

Ha passato da poco i sei mesi di navigazione intorno al mondo Szymon Kuczynski, lo skipper polacco che sta correndo il giro del mondo senza scalo con il suo Maxus 22

Abbonamenti SVN
ADV
Atlantico – Szymon Kuczynski è partito il 19 agosto da Plymouth con il suo Maxus 22, Atlantic Puffin, una piccola barca di serie del cantiere polacco Northman, l’obiettivo era il giro del mondo senza scalo passando per i capi in un progetto che Szymon ha voluto chiamare “Call of the Ocean”.

Il 18 febbraio Szymon ha segnato sul calendario il suo sesto mese di navigazione. Sei mesi a bordo di un 6,30 metri pensato per la crociera estiva in Mediterraneo o nei grandi laghi polacchi.

Sul diario di Szymon si legge che il momento più duro è stato quando si è trovato a navigare poco sopra l’Antartico. “All’interno della cabina la temperatura oscillava tra i 2° e i 5° gradi – scrive il navigatore. - Fare qualsiasi cosa era complicato.” Poi per Szymon è arrivato un momento ancora più difficile quando è stato travolto da una burrasca appena dopo Capo Horn con onde di oltre 5 metri che hanno sdraiato la barca sull’oceano mettendo la testa d’albero sotto la superficie e facendo rompere l’antenna della radio mettendo fuori uso l’AIS.

L’albero piegato ha obbligato lo skipper a navigare solo con il fiocco e organizzare, con l’aiuto della consulenza degli esperti del cantiere, una riparazione di emergenza in attesa che il tempo migliorasse per poter sistemare meglio le cose e tornare a usare anche la randa seppur ridotta.

Questo non è il primo giro del mondo per lo skipper polacco. Szymon Kuczynski ha già fatto un giro del mondo sulla stessa barca, ma a tappe, ora ha voluto ripeterlo, ma senza scalo, sulla stessa rotta del Vendée Globe.

Al momento Atlantic Puffin si trova a poco più di 6.000 miglia dall’Inghilterra dove il suo arrivo è atteso per inizio maggio.