SVN logo
SVN solovelanet
domenica 27 settembre 2020

Il Nautico di Genova chiude con numeri molto positivi

Sei giorni di salone tutti carichi di novità e incontri di vela

Abbonamenti SVN
ADV
Genova – La lunga kermesse del 57esimo Salone Nautico di Genova è arrivata al termine ieri sera. Il bilancio è lusinghiero, 147.868 visitatori, di cui poco più del 20% sono stranieri, segnano un netto incremento nei confronti dello scorso anno, pari al 16,26%.

A essere interessati a tale incremento in particolare la giornata di sabato e di lunedì quando l’aumento dei visitatori è stato più evidente.

Un salone di Genova che pur denunciando ancora molte pecche e diversi problemi strutturali, si sta evolvendo di edizione in edizione, e i miglioramenti si cominciano a vedere. Il livello di pulizia è in costante aumento, la ristorazione è di ottimo livello e da quest’anno sono anche comparse delle zone attrezzate dove potersi sedere.

Un successo in particolare l’aspetto della sicurezza. In una città dove il livello di allerta terrorismo al di là del salone è sempre molto alto, riuscire a tenere un evento di questa entità senza condizionare i visitatori, come accaduto al salone di Cannes dove questi dovevano sottoporsi a lunghe file per passare nei metal detector, e senza che nessuno notasse la stretta sorveglianza alla quale è stato sottoposta la fiera durante tutto il suo svolgimento, è stato un vero successo della questura e della prefettura che si è coordinata con l’UCINA.

L’unico neo che vale la pena di sottolineare è ancora la facilità di percorrenza delle aree del salone, in particolare per la darsena dove è esposta la vela. I corridoi sono molto stretti e la folla, nei giorni di maggiore affluenza, si accalca.