SVN logo
SVN solovelanet
lunedì 28 settembre 2020

Termina il salone e finiscono le barche

Si è concluso ieri il salone di Genova dove si è registrata una grande penuria di barche

FeB
ADV
Genova – Sei giorni di salone a cavallo tra due settimane (cosa poco gradita ai più), un’ottima affluenza con oltre 170.000 presenze e un incremento del 18%, un vero boom che sugella il ritrovato amore degli italiani per la nautica.

Un amore che però in molti casi, soprattutto nel mondo della vela, è destinato a rimanere platonico perché, sembra assurdo dopo così tanti anni di crisi, non ci sono barche disponibili.

Beneteau, Dufour e in parte Jeanneau, sono al sold out per molti modelli, in particolare per quelli lanciati quest’anno, Dufour 390 e 430, Oceanis 46.1 e Sun Odyssey 410 le consegne sono al 2020. (Salvo quegli esemplari ancora disponibili presso i concessionari)

La situazione paradossale di avere un mercato in ripresa e i cantieri non in grado di far fronte alle richieste del proprio pubblico è determinata da più fattori.

Il primo è che durante la crisi tutti i cantieri di piccole e medie dimensioni (Elan, Dufour, Salona, Comar) che non hanno chiuso, hanno licenziato e ridotto notevolmente la loro capacità produttiva. Il secondo è che, mentre alcune aree erano in crisi, altre erano in crescita e i grandi gruppi hanno continuato a espandersi anche quando gli altri avevano dei problemi. Ora che la crisi è passata e che tutti i mercati, vecchi e nuovi, chiedono barche, anche giganti come Beneteau faticano a tenere il passo delle richieste.

In ultimo, quest’anno ha influito molto anche il caso Bavaria. Con l’entrata in amministrazione controllata del cantiere tedesco e l’interruzione delle vendite delle barche del cantiere che trovavano un mercato molto importante nelle società di charter, queste si sono rivolte ad altri cantieri come Dufour e Beneteau, assorbendo di fatto buona parte della produzione che altrimenti sarebbe stata rivolta verso la clientela privata.

Quindi, un bel salone, ma carico di delusioni per quelli che sognavano di arrivare a Genova e poter scegliere di comprare una barca per la prossima estate.