SVN logo
SVN solovelanet
mercoledì 12 agosto 2020

Nautitech, il primo tra i cantieri di catamarani a ridurre il personale

Il francese Nautitech, di proprietà del gruppo Bavaria, ha annunciato il licenziamento di 60 persone

Abbonamenti SVN
ADV
Rochefort (Francia) – Nautitech, cantiere produttore di catamarani, è la prima azienda di multiscafi a rispondere alla prospettiva della crisi derivata dalla pandemia con dei licenziamenti. L’azienda ha annunciato che farà tagli per sessanta posizioni lavorative su di un organico di poco meno di duecento persone.

Il cantiere, secondo quanto dichiarato dall’amministratore delegato Gildas Le Masson, vedrà un calo nella sua produzione che passerà da settantacinque barche a cinquanta l’anno. Solo l’annullamento del Multihull, il salone nautico dedicato ai multiscafi che si tiene ogni anno a La Grande-Motte, ha determinato la perdita di una decina di contratti. I licenziamenti, quindi, come spiega Le Masson, sono la conseguenza diretta del calo della produzione. Si tornerà ad assumere quando la produzione tornerà a crescere.

Gli specialisti del settore fanno notare come, probabilmente, Nautitech, sarà uno dei cantieri meno colpiti dalla crisi della pandemia perché questo si rivolge prevalentemente a un pubblico di armatori privati.

Diverso sarà per chi, invece, punta sul mercato del charter che quest’anno ha subito grandi perdite, si parla di oltre il 50% di calo di fatturato. Questo fattore sicuramente porterà le società di charter a comprare meno barche il prossimo anno creando difficoltà ai diversi cantieri che vendono specialmente alle aziende di noleggio.

L’unico mercato per cui non è previsto un calo è quello dei programmi di gestione o di management che sembra continuino a ricevere richieste a un ritmo poco lontano da quello precedente la pandemia.

Parole