SVN logo
SVN solovelanet
martedì 29 settembre 2020

Si può navigare? Ecco cosa dicono le Capitanerie

Non sempre le ordinanze regionali sono chiare, spesso lasciano ampi spazi all’interpretazione, quindi abbiamo chiesto alle capitanerie delle Regioni Italiane in quali casi possiamo essere multati o denunciati

FeB
ADV
Roma - Per chiarire i vari punti oscuri che sono emersi dal susseguirsi delle ordinanze regionali, abbiamo fatto un’inchiesta presso le Capitanerie di Porto.

Abbiamo chiamato un ufficio della Capitaneria di Porto per regione e abbiamo posto le seguenti domande:
a) Posso uscire in barca per diporto?
b)Posso farlo con il mio nucleo famigliare?
c)Posso dormire in barca se vado a far manutenzione a bordo?

Un lungo lavoro che alla fine, in parte ci ha aiutato a dirimere dei dubbi, mentre altri ne ha fatti sorgere. Il quadro che esce dalla nostra inchiesta presso le capitanerie di porto, pur non avendo i crismi dell’ufficialità perché si tratta di telefonate e non di atti scritti, chiarisce alcuni punti o, quanto meno, segnala delle situazioni che andranno approfondite prima di muoversi.

In linea generale quanto ci hanno detto le capitanerie combacia con quanto leggiamo nelle ordinanze tranne che in alcuni casi.

Friuli Venezia Giulia: esco in barca con tutta la famiglia.
Uno dei casi che ci ha sorpreso di più è stato quello del Friuli Venezia Giulia, dove per essere certi di quanto dettoci abbiamo parlato con due diversi uffici, quello di Trieste e quello di Monfalcone. In questa regione l’ordinanza esclude le uscite di carattere diportistico, ma con nostra sorpresa, la Guardia Costiera ci ha dato un’interpretazione allargata del concetto di uscita a carattere sportivo. In pratica, secondo quello che ci hanno detto in Capitaneria, si può assumere che chi esce in barca a vela lo stia facendo con finalità sportiva, anche se non è chiaro se questo va inserito nel quadro delle attività motorie o degli allenamenti sportivi. Altra cosa che non abbiamo trovato in nessun’altra regione è la possibilità di andare in barca con il nucleo familiare. Ci è stato spiegato che normalmente si va in due, ma se la barca richiede un equipaggio di otto persone e tutte e otto sono dello stesso nucleo familiare, possono uscire in barca.

Abruzzo: manutenzione sì, ma dormire no.
In Abruzzo la Capitaneria ci conferma quanto stabilito nell’ordinanza, ovvero si può uscire in barca a vela per allenamento da solo. Alla domanda se è possibile uscire da solo con una barca a vela senza numero velico, la risposta è stata sì, a condizione che si possa effettuare la navigazione in solitario.

Liguria
In Liguria la Capitaneria di Imperia conferma che si può uscire in barca a vela in un massimo di due persone a bordo.

Le Capitanerie delle altre regioni confermano quanto da noi scritto sull’articolo del 3 maggio in aggiornamento continuo.