SVN logo

La flotta procede compatta nell'Indiano meridionale

Prosegue la seconda tappa della Volvo Ocean Race partita lo scorso 19 novembre da Città del Capo direzione Abu Dhabi

Abbonamenti SVN
ADV
Indiano meridionale - Che la seconda non fosse affatto una tappa facile lo si sapeva e lo si era compreso fin dalle prime battute dopo la partenza da Città del Capo. Ma i navigatori e gli skipper a bordo dei sette Volvo Ocean 65 sono impegnati nella risoluzione di un vero rompicapo tattico.

Con una situazione meteo tutto tranne che facile da interpretare, soprattutto sul medio e lungo termine, nessun osa prendere opzioni strategiche drastiche e la flotta tende a rimanere compatta.

La scorsa notte i leader della classifica overall, Abu Dhabi Ocean Racing sono stati i primi a dirigere la prua verso nord e poi, uno dopo l'altro , i sei avversari hanno fatto lo sesso. Le barche sono vicine, molto vicine, i primi quattro navigano a vista e in qualche caso sono separati da meno di un miglio.

E' un gruppetto formato da Team Brunel, Dongfeng Race Team, MAPFRE e Team Alvimedica che si controlla stretto, ed è evidente guardando la cartografia elettronica che a ogni rilevamento delle posizioni ricevuto a bordo i team “aggiustano” la loro strategia in riferimento ai rivali.

Con un vento che va calando progressivamente, le barche hanno rallentato l'andatura e si stanno avvicinando alla zona di alta pressione con arie leggere.

Abu Dhabi Ocean Racing è la barca più a nord e più a ovest e naviga a velocità inferiori ai 10 nodi, mentre l'equipaggio femminile di Team SCA, quello posizionato più a sud e a est, è qualche nodo più veloce. Gli altri, in mezzo, tengono anche velocità medie più basse.

http://www.volvooceanrace.com/en/virtualeye.html