SVN logo
SVN solovelanet
sabato 31 ottobre 2020

Barca rischia il salto mortale nelle chiuse di Liverpool

Un J 111, è rimasto per qualche ora in bilico sul gradino di una chiusa fino a quando …

Abbonamenti SVN
ADV
Liverpool (UK) – Quando i passanti hanno visto, guardando giù nella chiusa, una barca a vela poggiata sullo spigolo della sua chiglia in bilico nel vuoto, si sono allarmati e hanno chiamato i soccorsi.

In pochi minuti è giunta una volante e un camion dei vigili del fuoco. I soccorritori erano in dubbio sul da farsi. Come si fa a tirare su una barca che pesa qualche tonnellata e che si trova al centro di una chiusa larga diversi metri?

Fortunatamente per loro a levarli dalla difficile situazione ci ha pensato l’armatore della barca che, dopo una ventina di minuti, è uscito sul ponte ed è rimasto sorpreso nel vedere la moltitudine di persone che guardavano verso la sua barca. Interrogato dalla polizia, l’uomo ha detto di non pensare di trovarsi in pericolo, la situazione era normale, la barca era assicurata a prua con doppia cima di Spectra, il bulbo era ben saldo sul pavimento della chiusa, dove era il problema? Si trattava solo di aspettare l’alta marea che avrebbe riempito la chiusa, i portoni si sarebbero aperti e lui sarebbe ripartito.

La spiegazione dell’uomo però non deve aver convinto a pieno la polizia e i vigili del fuoco, perché questi sono rimasti al loro posto sino all’arrivo dell’alta marea, quando, come previsto dall’uomo a bordo della barca, la chiusa si è riempita, i portoni si sono aperti e lui se n’è andato tranquillamente risalendo il Mersey.