SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 26 novembre 2020

Squalo affonda barca di due quattordicenni

Due ragazzi di quattrodici anni si salvano grazie al loro sangue freddo

Abbonamenti SVN
ADV
Auckland (NZ) – Brutta avventura per due ragazzi di quattrodici anni. I due si trovavano sulla loro piccola barca a circa 1 miglio e mezzo dalla cosata davanti a una spiaggia vicino Auckland in Nuova Zelanda, quando un grosso pesce ha colpito violentemente l’imbarcazione aprendo una falla sul fondo.

Shaun Ford e Kamrin Parakai, ritengono che il grande predatore fosse uno squalo, ma non ne sono certi. I due ragazzi hanno cercato di chiudere la falla in qualche modo, ma non ci sono riusciti. Dopo poco hanno pensato che la barca stesse per affondare e si sono gettati in acqua con i giubbotti per cercare di nuotare a riva.

Dopo poco si sono resi conto che con i giubbotti non era possibile nuotare per più di un miglio e sono tronati alla barca.

“In quel momento abbiamo pensato che era meglio affondare con la barca che farsi mangiare dagli squali” ha dichiarato uno dei due.

Una volta a bordo hanno costruito un anello galleggiante con i giubbotti di salvataggio che erano a bordo della barca e lo hanno fissato intorno allo scafo.

“Per non farci prendere dal panico, abbiamo iniziato a raccontarci barzellette e dire stupidaggini” hanno raccontato ad avventura finita. Poi, in lontananza hanno visto quella che sembrava essere una barca e hanno deciso di sparare i razzi di bordo. Ne hanno lanciati due.

Lo skipper dell’imbarcazioni li ha visti e nel giro di 15 minuti li ha tratti in salvo. “Se non avessero lanciato i razzi, non li avrei mai visti, erano troppo bassi sull’acqua per essere avvistati a quella distanza” ha dichiarato lo skipper.