SVN logo
SVN solovelanet
domenica 1 novembre 2020

Miceli, dall'Everest al giro del mondo

Il velista romano ha presentato ieri il progetto che lo vedrà circumnavigare il globo a bordo del suo Este 40 nel 2012. Soltanto dopo aver tentato l’arrampicata dell’Everest con un gruppo di navigatori/alpinisti austaliani

Abbonamenti SVN
ADV
Roma - Il successo e il progresso si possono raggiungere agendo nel pieno rispetto della natura.
Questo il messaggio della nuova impresa di Matteo Miceli, la Roma Ocean World 2012. Un progetto che si articolerà in diverse iniziative culminanti nella regata in solitario da Roma a Roma, senza scalo e senza assistenza. Passando per lo stretto di Gibilterra, il Capo di Buona Speranza, circumnavigando il Polo Sud, Capo Horn, Gibilterra, per poi rientrare nella capitale italiana, a bordo dell'Este 40 di nuova generazione equipaggiato per navigare a impatto zero.

“Con la Roma Ocean World 2012 mi metto in gioco non solo come velista ma anche come cittadino del mondo. - ha spiegato Miceli - Troppo spesso considerati come spazi che non appartengono a nessuno, gli oceani sono invece un ecosistema complesso e delicato il cui equilibrio va preservato”.

Ma prima del giro del mondo, Matteo dovrà affrontare un'altra sfida molto più vicina. Il prossimo novembre salperà per Singapore da dove, dopo un breve scalo, volgerà la prua su Calcutta. Qui, con un gruppo di navigatori/alpinisti australiani, si avvicinerà in bicicletta all'Everest di cui tenterà l'arrampicata.