SVN logo
SVN solovelanet
mercoledì 25 novembre 2020

Una giornata particolare

Nuova compressione e nuova ripartenza della flotta impegnata nella settima tappa della Volvo Ocean Race, alla volta di Lisbona.

Abbonamenti SVN
ADV
Atlantico - Le sei barche impegnate nella settima tappa della Volvo Ocean Race, partita la scorsa domenica dalla città di Newport in rotta verso Lisbona, si sono riavvicinate in prossimità della zona di esclusione dei ghiacci e ora navigano in sole 8 miglia.

Davanti è lotta fra Team Brunel e MAPFRE, che si sono alternati alla testa, mentre Abu Dhabi Ocean Racing è terzo e ha dovuto far fronte a una collisione con un oggetto galleggiante, un bancale di legno. Nessun danno allo scafo o problema per l'equipaggio, ma il team ha dovuto rallentare per liberarsi dall'ostacolo incastrato nella chiglia, perdendo circa 4 miglia.

Chi invece ha recuperato moltissimo è l'equipaggio tutto femminile di Team SCA con la skipper britannica Sam Davies che è sesto ma è passato dall'avere quasi 40 miglia di distacco alle 8 del rilevamento delle 12.43 UTC. Secondo questo report, la quarta posizione è occupata da Team Alvimedica, a 2 miglia mentre Dongfeng Race Team è quinto a meno di tre miglia.

E' evidente da questi numeri che, con meno di 2.000 miglia ancora da percorrere, ognuna delle sei barche in regata ha ancora la possibilità di ottenere la vittoria in terra portoghese.

Le ultime proiezioni confermano che la flotta dovrebbe giungere nella capitale lusitana il prossimo 28 maggio.

La lotta odierna per la leadership deve sembrare lontana anni luce da quella notte di nove anni fa quando la barca guidata da Bekking, movistar, iniziò a imbarcare acqua nel mezzo dell'oceano Atlantico. Con condizioni che andavano peggiorando, lo skipper olandese fu posto davanti al difficile dilemma se abbandonare la barca o cercare di salvarla. Mentre l'equipaggio di ABN AMRO TWO rimaneva in stand-by nelle vicinanze, Bekking optò per mettere in primo piano la salvaguardia della vita dei suoi uomini, che trasbordarono sullo scafo degli avversari. movistar in effetti poi affondò e non fu mai recuperata