SVN logo
SVN solovelanet
domenica 27 settembre 2020

Sigilli per Campomarino

L'azione degli uomini delle fiamme gialle è stata effettuata dopo una serie di accertamenti che hanno dimostrato come l'infrastruttura sia priva delle autorizzazioni agli scarichi delle acque reflue industriali e domestiche

Abbonamenti SVN
ADV
Taranto - La guardia di finanza ha posto sotto sequestro il porto turistico di Campomarino, in provincia di Taranto. Il provvedimento riguarda un'area di circa diecimila metri quadri adibita a sosta e transito per veicoli, rimessaggio per imbarcazioni, esercizi commerciali e servizi come bar, ristorante e rifornimento carburante. Escluse, quindi, le banchine che ospitano le duecentocinquanta imbarcazioni ormeggiate nell'approdo.
L'azione degli uomini delle fiamme gialle è stata effettuata dopo una serie di accertamenti che hanno dimostrato come l'infrastruttura sia priva delle autorizzazioni agli scarichi delle acque reflue industriali e domestiche. La procura della Repubblica ha così valutato “sussistente il pericolo d'inquinamento dell'ambiente marino litoraneo” e ha preso questa decisione in termini di urgenza perchè “l'attività in atto è destinata ad aggravarsi con l'incremento del numero di persone e natanti nel periodo estivo”.