SVN logo
SVN solovelanet
martedì 29 settembre 2020

Rambler vince tutto; Loki sugli scogli

Il Maxi 90 di George David primeggia anche nella classifica in compensato. Intanto la barca australiana viene abbandonata dall'equipaggio dopo la rottura del timone

FeB
ADV
Malta - Primo anche in tempo compensato. Dopo aver concluso al comando in tempo reale e migliorato il record della Rolex Middle Sea Race, “Rambler”, il Maxi 90 di George David, si è aggiudicato anche la classifica overall. I suoi principali inseguitori sono arrivati a Malta soltanto ieri, con oltre ventiquattro ore di ritardo.

Primo tra questi è stato “Rubino”, di Thomas Streit, seguito da Roaring Forty, di Michel Kleinjans: “Abbiamo deciso prima della partenza - ha detto Streit, skipper di “Rubino” - di utilizzare la randa da crociera anziché quella da regata per poter sfruttare la terza mano di terzaroli, utilizzata in prossimità dello Stretto di Messina. Durante la seconda notte di navigazione, invece, abbiamo viaggiato solo con la tormentina, affrontando venti di cinquanta nodi e onde di sei metri”.

Al momento sono giunte al traguardo nove imbarcazioni, tra cui la padrona di casa “Air Malta Falcon”, di Martin Sciciluna; altrettante devono ancora arrivare. Non ha retto, invece, l'ancora di “Loki”, il maxi australiano abbandonato dal proprio equipaggio dopo la rottura del timone; la barca si è arenata sulla costa rocciosa del Golfo di Castellammare, battuta ancora da forti onde.