SVN logo
SVN solovelanet
sabato 26 settembre 2020

Flotta record al via

La traversata atlantica in solitario si svolgerà sulla rotta Sain Malo-Point a Pitre. Ricca di campioni la entry list

Abbonamenti SVN
ADV
Saint Malò - Prenderà il via domenica alle ore 14 l'ottava edizione della Route du Rhum, traversata atlantica in solitario che come vuole la tradizione si svolgerà lungo la rotta Saint Malò-Point a Pitre nelle isole Guadalupe, la stessa utilizzata in passato dai vascelli che trasportavano il rhum nel vecchio continente.

Molto importante ai fini del risultato finale saranno le scelte tattiche che gli oltre ottanta concorrenti adotteranno nel corso della regata. Non sempre, infatti, la rotta diretta è la più conveniente, viste le mille insidie nascoste dall'Atlantico.

A recitare il ruolo dei favoriti in questa veloce volata verso il caribe, che nel 2002 ha avuto come protagonista Ellen MacArthur, sono per lo più i solitari francesi, da sempre tra i protagonisti indiscussi delle regate oceaniche. Tra i multiscafi della classe ORMA, che al via vedrà allineate ben quattordici imbarcazioni, si prospetta una serratissima lotta a tre: a meno di clamorose sorprese, a salire sul gradino più alto del podio sarà infatti uno tra Michel Desjoyeaux, vincitore su Géant dell'ultima edizione, Pascal Bidégorry di Banque Populaire, quattro volte campione mondiale ORMA, e Frank Cammas di Groupama, che nel palmares vanta due Transat Jacques Vabre.

In classe 2 si daranno battaglia Franck Yves e Loic Escoffiers, padre e figlio, che non potranno vedersela con il fratello del primo - nonché zio del secondo - solo per il fatto che Bob regaterà sui monoscafi della classe 1, dando la caccia al favorito Bruno Reibel. La saga familiare degli Escoffiers continua anche tra i monoscafi della classe 2, dove il favorito Kip Stone dovrà guardarsi da Servane, figlia del già citato Bob e cugina di Loic.

Ad attirare i favori del pronostico tra i monoscafi IMOCA è sicuramente Vincent Riou, che sul nuovissimo PRB dovrà guardarsi dall'outsider Brian Thompson e dai forti Jean Le Cam e Jean Pierre Dick.

Incertissima la situazione tra gli Open 40, dove il lungo elenco di iscritti rende impossibile determinare un favorito; l'unica certezza è che proprio in questo raggruppamento sono inseriti il più giovane e il più vecchio della flotta: il ventiduenne David Lefebvre e il sessantacinquenne Pierre Amblard.