SVN logo
SVN solovelanet
mercoledì 30 settembre 2020

Novanta aziende italiane al Boot

La metà di queste troverà spazio in un grande stand allestito da Ucina, secondo cui la kermesse tedesca è strategicamente molto importante per il nostro mercato

FeB
ADV
Roma – Saranno 95 le aziende italiane presenti al Boot (22-30 gennaio), il salone nautico di Dusseldorf, in Germania, che come ogni hanno chiude la stagione autunnale-invernale dedicata alle grandi kermesse erupeee per il comparto. Dei quasi cento espositori provenienti dal nostro paese, quaranta saranno rappresentati all'interno dello spazio istituzionale Ucina. “I dati dell'economia tedesca dimostrano che la Germania – ha detto Anton Francesco Albertoni, presidente di Ucina – è il paese europeo che per primo è stato in grado di ripartire dopo la crisi finanziaria mondiale. Alla luce di ciò, l'importante investimento che Ucina ha voluto per la presenza dell'industria italiana al Boot, costituirà un'importante verifica dello stato del mercato nord europeo, acquirente tradizionalmente di riferimento per il nostro comparto”.
La quarantaduesima edizione del Boot di Dusseldorf ospiterà 1.500 espositori, provenienti da 50 paesi diversi. Per quanto riguarda le barche, i 17 padiglioni del quartiere fieristico ospiteranno circa 1.700 modelli.