SVN logo
SVN solovelanet
mercoledì 30 settembre 2020

Helsinki, meno affluenza più contratti

Cala del 3 per cento il numero di visitatori al nautico finlandese. L'ottimismo delle aziende è però giustificato da un giro d'affari migliore rispetto al 2009

FeB
ADV
Helsinki – Fiducia anche dopo Helsinki. Il salone finlandese, che si è tenuto presso il quartiere fieristico della capitale dal 12 al 21febbraio, nonostante abbia fatto registrare un leggero calo di visitatori ha lasciato tutti, espositori e organizzatori, soddisfatti. E' cresciuto, infatti, il giro d'affari rispetto all'anno scorso, tanto da indurre già cinquanta aziende a confermare la propria presenza per la prossima edizione.
Piccola flessione, invece, per l'affluenza. A varcare i cancelli dell'Helsinki International Boat Show sono state circa 77.000 persone, il 3 per cento in meno rispetto alle 79.500 dell'anno scorso. Numeri che, rapportati agli 89.000 visitatori del 2008, rendono bene l'idea di come il mercato nautico nord-europeo abbia subito un forte scossone negli ultimi diciotto mesi.
Jouko Huju, presidente di Finnboat, la confindustria nautica finlandese, predica tuttavia ottimismo. “Il salone – ha detto – ancora una volta è riuscito ad attrarre una buona porzione di pubblico intenzionato a fare acquisti, nonostante il nostro settore abbia subito una contrazione di circa il 40 per cento nell'ultimo anno. In rapporto al 2009, la vendita di barche e accessori alla fiera è aumentata”.
Finnboat e Finnish Fair Corporation hanno già rinnovato l'accordo per organizzare la kermesse nautica nel 2011, quando l'evento si terrà dall'11 al 20 febbraio.