SVN logo
SVN solovelanet
mercoledì 30 settembre 2020

Snim, fiducia verso il futuro

Tanti visitatori al salone brindisino. La cui nuova sede nel porticciolo di Sant'Apollinare fa pensare a progetti ambiziosi per i prossimi anni

FeB
ADV
Brindisi – Buoni numeri per lo Snim, il salone nautico del Salento che si è tenuto a Brindisi dal 14 al 18 aprile. L'evento, giunto all'ottava edizione e ospitato per la prima volta dal porticciolo di Sant'Apollinare, ha accolto 70.000 visitatori. Un buon dato, tenendo conto che uno dei veri protagonisti durante i cinque giorni di esposizione è stato il maltempo.
Alla manifestazione erano presenti 160 espositori, quasi tutti raccolti nel capannone ex-Montecatini, e più di 300 barche a terra e in mare. Ricco il programma di convegni, in cui si è dibattuto anche sul futuro di portualità turistica e distretto nautico pugliese, e quello degli eventi collaterali, in cui ha spiccato la mostra, organizzata da Carmen De Stasio, con l'esposizione delle opere di artisti del calibro di Marzano, Anteri e Didonna.
“Grazie alla nuova sede – ha dichiarato Giuseppe Meo, responsabile organizzativo del salone – siamo riusciti a ottenere ottimi risultati, nonostante il maltempo. Finalmente, infatti, buona parte degli stand si trovava al coperto e dunque i visitatori hanno potuto apprezzare i prodotti esposti in totale tranquillità. Tutti gli espositori, poi, si sono dichiarati entusiasti anche per le prospettive che la nuova location può offrire in termini di spazi a terra e posti barca. Metteremo in campo un'ambiziosa campagna di comunicazione in vista della prossima edizione che sarà presentata durante il Nautico di Genova”.