SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 22 ottobre 2020

Sotto sequestro l’ex barca di Mussolini

Konigin II, la Fiamma Nera che fu di Benito Mussolini
Benito Mussolini, il Duce
Claretta Petacci, l'amante del Duce

Dopo mesi di ricerche rintracciato e messo sotto sequestro un veliero appartenente a Salvatore Squillante

Abbonamenti SVN
ADV
Valencia – I maggiori giornali italiani la davano per sequestrata dalla Guardia di Finanza, ma non era vero. La procura di Roma aveva diramato l’ordine di sequestro, ma la barca non era stata trovata. Dopo averla cercata per mesi, la Guardia di Finanza l’ha trovata in Spagna a Valencia dove è stata posta, questa volta realmente, sotto sequestro.

Parliamo del Fiamma Nera, lo Yawl appartenuto al ministro fascista Alessandro Parisi Nobile che lo aveva messo a disposizione del Duce Benito Mussolini, il quale lo usava come garçonnière, dove s’incontrava con Claretta Petacci, la sua amante.

Intestata a un prestanome, la procura attribuisce la reale proprietà della barca a Salvatore Squillante imprenditore originario di Sarno (Salerno) con precedenti pendenti per reati contro il patrimonio, evasione fiscale e truffa. La barca era stata portata fuori dalle acque territoriali italiane sperando, probabilmente, che questa non sarebbe stata trovata.

L’imprenditore manteneva rapporti anche con due dei principali protagonisti dell’inchiesta “Mafia Capitale”, come Tiziano Zuccolo e Salvatore Buzzi ai quali affittava gli immobili che poi sarebbero stati usati come centri di accoglienza.

La barca è stata rintracciata dalla Guardia Civil Spagnola su richiesta della Guardia di Finanza Italiana e quindi posta sotto sequestro venerdì scorso.

Il sequestro del Fiamma Nera che oggi porta il nome originario con il quale il Barone Von Dazur Hannover la varò nel 1912, Konigin II, è stato effettuato nell’ambito di un più vasto sequestro dei beni dell’imprenditore campano che nel suo insieme ammonta a 28 milioni di euro.