SVN logo
SVN solovelanet
mercoledì 30 settembre 2020

Croce: “Appuntamento a settembre”

Il presidente della Federvela italina ha dato l'appuntamento a dopo l'estate per esporre nei dettagli la campagna italiana nella prossima Volvo Ocean Race

FeB
ADV
Genova – Emergono sempre più maggiori dettagli sulla sfida azzurra che lo Yacht Club Italiano lancerà per la prossima edizione di Volvo Ocean Race. A rivelarli, lo stesso presidente del circolo genovese (nonchè presidente della Fiv), Carlo Croce, in un’intervista all’emittente televisiva Dahlia Tv. “Lavoriamo a questo progetto da quattro mesi – ha detto – e finora abbiamo tenuto la massima riservatezza per evitare di creare troppe aspettative. Giovanni Soldini è stato designato come responsabile di gestione della parte sportiva del team. L’equipaggio sarà interamente composto da velisti italiani. Non voglio vedere neanche un neozelandese”.

Come ha raccontato lo stesso Croce, la campagna azzurra non sarà sostenuta da budget faraonici, ma si propone di comunicare un messaggio ben diverso. “Capacità, competenza e buon gusto – ha continuato – sono queste le caratteristiche del nostro progetto. Sarà una sfida meno clamorosa di quelle intraprese con barche piene di loghi. Vogliamo portare un esempio di marineria. E anche di made in Italy, perchè tutti i nostri partner, di cui ancora non posso rivelare l’identità, apparterranno alla nostra nazione”.

Indiscrezioni arrivano anche sulla barca che affronterà i tre oceani. “Sarà una barca nuova – ha concluso Croce – disegnata da un pool di progettisti. Presenteremo il progetto a settembre. Come prima sfida pensavamo di comprare una barca usata. Anche Giovanni lo aveva consigliato, perchè avremmo avuto una base già di nostra conoscenza. Ericsson e Puma, i team con cui avevamo avuto dei contatti, non hanno però voluto vendere le rispettive barche”.