SVN logo
SVN solovelanet
domenica 20 settembre 2020

LA RECENSIONE DEL LIBRO

09/02/06

“Uomini e Bastimenti Italiani di Capo Horn” è il nuovo, mastodontico libro di Flavio Serafini. Il Comandante dedica al grande pubblico un documento di straordinario interesse storico. Si narra del famigerato Capo Horn, un nome maledetto da generazioni di naviganti, un mito nella storia della Vela Oceanica Mercantile, il più grande e sinistro cimitero di navi. In particolare, Serafini si occupa di rievocare la rimonta del luogo da parte dei velieri italiani dell’Ultima Vela. L’autore è sicuramente uno dei più qualificati e riconosciuti studiosi di Marineria, le sue testimonianze sono il frutto di un’assidua ricerca su documenti pressocchè inediti, giornali ufficiali di bordo e diari personali, resa possibile da lunghi colloqui con i protagonisti assoluti degli oceani già tanto celebrati da Conrad.
Lo scopo del Comandante è quello di raccontare, “rievocare i fasti dell’Ultima Vela oceanica italiana, (...) rendere omaggio a quanti, Capitani, Armatori ed Equipaggi hanno speso una vita a confrontarsi con la dura legge del mare”.
L’esposizione di Serafini è puntuale, dettagliatissima, corredata da una serie di fotografie di considerevole valore.