SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 22 ottobre 2020

Soli, intorno al mondo

La entry-list può contare su nomi di altissimo livello. A partire dai vincitori delle ultime due edizioni, Vincent Riou su Prb e Michel Desjoyeaux a bordo di Foncia

Abbonamenti SVN
ADV
Les Sables d'Olonne - Salperanno domenica da Les Sables d'Olonne i trenta skipper iscritti alla Vendèe Globe, il giro del mondo in solitario che i navigatori affronteranno a bordo di Open 60. La competizione, giunta alla sesta edizione e ormai considerata a pieno titolo tra le più prestigiose per navigatori solitari, ha già riscosso un notevole successo di pubblico. Nel porto francese si sono riversati più di trecentomila visitatori e altrettanti sono attesi per il week-end.

La entry-list può contare su nomi di altissimo livello. A partire dai vincitori delle ultime due edizioni, Vincent Riou su Prb e Michel Desjoyeaux a bordo di Foncia. In gara ci sarà anche Loick Peyron su Gitana Eighty, giunto secondo nella prima edizione del trofeo (1989), così come altri specialisti degli oceani tra cui Sebastien Josse, Bernard Stamm e Alex Thompson, la cui barca, Hugo Boss, vittima di una collisione con un peschereccio due settimane fa, è stata riparata a tempo di record. Non mancheranno neanche le donne con Dee Caffari su Aviva e Samantha Davies a bordo di Roxy, mentre l'Italia non sarà rappresentata da nessun velista.

Il percorso prevede un primo tratto di navigazione dalla costa atlantica francese fino al capo di Buona Speranza. Da lì, le barche rivolgeranno la prua verso Capo Leeuwin, lasceranno a nord le isole di Tasmania e Nuova Zelanda e si dirigeranno verso Capo Horn. Doppiata l'estremità meridionale del Sud America, l'ultima fase della regata li vedrà risalire l'Atlantico per tornare a Les Sables d'Olonne. Le previsioni meteo per il giorno della partenza parlano di venti provenienti da ovest-sud ovest di circa venticinque nodi.