SVN logo
SVN solovelanet
sabato 26 settembre 2020

Le Cam tratto in salvo

Lo skipper francese, rimasto per quindici ore all'interno della sua barca capovolta, è stato recuperato da Vincent Riou, altro protagonista di questa incredibile competizione

Abbonamenti SVN
ADV
Oceano Pacifico - Ancora una disavventura, ancora una volta a lieto fine. La Vendee Globe continua a regalare emozioni e raccontare storie di mare che hanno dell’incredibile. Protagonista di turno è stato Jean Le Cam che, dopo essere rimasto per oltre quindici ore dentro al proprio Vm Materiaux capovolto a 180 gradi, è stato tratto in salvo alle 18,10 GMT di ieri sera da Vincent Riou, altro protagonista del giro del mondo per solitari.
L’Open 60 di Le Cam aveva scuffiato alle 00,26 GMT di ieri, quando si trovava a circa duecento miglia a ovest di Capo Horn, dopo che il bulbo si era staccato completamente dalla lama di deriva. Lo skipper transalpino ha fatto appena in tempo a lanciare una richiesta di soccorso, prima di vedere interrotta bruscamente la comunicazione con il comitato di regata. Qualche ora dopo Le Cam è stato raggiunto da un elicottero, quindi da Vincent Riou e Armel Le Cleac’h, mentre una petroliera cilena è rimasta in zona, pronta a intervenire.
A recuperarlo è stato però il compagno-avversario a bordo di Prb, attraverso un’operazione tutt’altro che semplice. Le Cam ha lasciato l’imbarcazione con la tuta di sopravvivenza ed è rimasto abbracciato al timone per circa un quarto d’ora; Riou, dopo tre tentavi andati a vuoto, è riuscito a lanciargli una cima e issarlo a bordo. Durante la manovra, però, l’albero di Prb si è inclinato di trenta gradi e solo una strambata repentina del navigatore francese è riuscita a evitare il disalberamento.
Nel frattempo, continua la regata. Dopo aver doppiato Capo Horn, Desjoyeaux ha iniziato la risalita dell’Atlantico, anche se il suo vantaggio nei confronti di Rouland Jourdain è sceso a novantatre miglia. Nonostante fossero impegnati nel salvataggio di Le Cam, Riou e Le Cleac’h hanno mantenuto rispettivamente la terza e la quarta posizione. I due saranno compensati dalla giuria per il tempo perso nelle operazioni di soccorso.