SVN logo
SVN solovelanet
martedì 29 settembre 2020

Prb disalbera, Le Cam racconta la paura

Principale causa dell'incidente capitato alla barca di Riou, che ha provocato il diciassettesimo ritiro tra i trenta iscritti al giro del mondo in solitario, è stata la rottura dell’outrigger sinistro

FeB
ADV
Capo Horn - Prb non ce l’ha fatta. L’Open 60 di Vincent Riou, seriamente danneggiato durante le operazioni di soccorso a Jean Le Cam, ha disalberato ieri sera, alle 19,20 GMT, poco dopo aver doppiato Capo Horn. La barca partecipante alla Vendèe Globe è stata raggiunta in nottata da Acalufe, una nave della marina cilena, che la sta trainando verso l’approdo più vicino, Port Williams, distante cinquantacinque miglia.

Principale causa di questo incidente, che ha provocato il diciassettesimo ritiro tra i trenta iscritti al giro del mondo in solitario, è stata la rottura dell’outrigger sinistro (una speciale appendice che sostiene l’albero), tagliato dalla lama di deriva di Vx Materiaux, la barca capovolta da cui è stato tratto in salvo Le Cam. Proprio lo skipper transalpino ha raccontato ieri i difficili momenti del naufragio.

“Stavo in contatto telefonico con Riou – ha raccontato – quando la barca ha colpito un oggetto sommerso e ha perso il bulbo. La reazione immediata è stata quella di prendere i vestiti più caldi e il kit di sopravvivenza. Sono rimasto tutto il tempo a prua, l’unica parte asciutta dello scafo perchè la poppa era interamente sommersa. Mi sono preoccupato per la mancanza d’aria, soprattutto perchè non sarei potuto uscire prima che giungessero i soccorsi”. Il compagno francese è arrivato, però, poche ore dopo e Le Cam non ha perso tempo per lasciare l’imbarcazione.

“Appena ho realizzato che il mio amico era vicino – ha raccontato – ho rimosso tutti gli ostacoli che mi impedivano di andare a poppa e quando la barca è salita sulla cresta di un’onda ho aperto il portello d’emergenza, sono uscito fuori e mi sono aggrappato al timone”.

Il resto, è storia ormai nota. Al quarto lancio di cima Le Cam è stato assicurato al winch di Prb, che nel frattempo ha rischiato di disalberare, salvo poi farlo qualche ora dopo, appena doppiato Capo Horn. I due skipper francesi sono però sani e salvi, in procinto di raggiungere Port Williams. E questa è la cosa più importante.