SVN logo
SVN solovelanet
martedì 29 settembre 2020

Finalmente Puma parte verso Città del Capo

Arrivano buone notizie da Tristan da Cunha, la sperduta isoletta dell’Atlantico meridionale dove PUMA Ocean Racing ha completato con successo la difficile operazione di carico sul cargo, che riporterà la barca a Città del Capo

FeB
ADV
Città del Capo - Venerdì Puma Ocean Racing, dopo essere stato caricato su un cargo nell'isola sperduta di Tristan da Cunha, si dirige verso Città del Capo. Si apre ora un’altra corsa contro il tempo per il team americano, che aveva disalberato nel corso della prima tappa della Volvo Ocean Race, per riuscire ad arrivare in tempo per la partenza della seconda frazione.

Ken Read, skipper di PUMA Ocean Racing powered by BERG, ha descritto l’operazione di recupero come “stressante” e il general manager del team Kimo Worthington ha confermato che tutto si è svolto in sicurezza. "Le operazioni di carico sono state portate a termine, e contiamo di partire nella prossima ora.” Il carico di Mar Mostro a bordo della nave si è svolto in una zona vicina alla costa dell’isola, con acqua sufficiente, dove la maggiore preoccupazione era quella delle condizioni del mare. Delle onde formate, infatti avrebbero potuto creare problemi o, peggio, causare ulteriori danni allo scafo.

Ci vorranno fra i quattro e i cinque giorni perché la nave possa tornare nel porto sudafricano, dove ora si trovano le altre cinque barche partecipanti alla regata. Nel corso del viaggio, l’equipaggio si metterà all’opera per riparare la barca e guadagnare tempo. PUMA spera di poter arrivare a Città del Capo entro domani 6 dicembre, data che potrebbe essere sufficiente per montare il nuovo albero e partecipare alla In-port race del 10 dicembre.