SVN logo
SVN solovelanet
martedì 29 settembre 2020

Prossimo obbiettivo l’Equatore

I sei team impegnati nella quarta tappa continuano la loro discesa verso sud

FeB
ADV
Pacifico - Stanno continuando la loro corsa verso sud i sei Volvo Open 70 in lotta nella quarta tappa, ormai a poco più di 2.600 miglia dalla meta di Auckland. Ma, prima di arrivare nella celeberrima City of Sails neozelandese, i team dovranno affrontare ancora qualche ostacolo: l’equatore che si trova a circa 300 miglia dal battistrada, la zona dei Doldrum e l’ultimo tratto nel mare di Tasmania.

La graduatoria di testa non è cambiata con i francesi di Groupama 4 che mantengono la prima posizione, ma che, al rilevamento di oggi alle 14, hanno visto scendere il loro margine a 76 miglia su PUMA Ocean Racing powered by BERG, a causa di un vento che è diminuito lievemente. I navigatori e gli skipper stanno ora studiando la strategia migliore per oltrepassare la zona delle calme equatoriali, mai priva di potenziali rischi e trappole. Rispetto alle tappe precedenti, in questo caso i Doldrum sono relativamente poco estesi, meno di 10 gradi di longitudine, e sembra non debbano rallentare le barche in modo significativo.

Le previsioni indicano che la flotta dovrebbe entrare nella zona delle calme equatoriali sabato prossimo, secondo le informazioni disponibili a oggi i Doldrum dovrebbero essere di ridotte dimensioni e relativamente facili, con venti intorno ai 10 nodi che permetteranno ai sei team un passaggio piuttosto rapido. Nelle prossime ore i sei team dovrebbero passare l’Equatore ed entrare nell’emisfero meridionale.

Al rilevamento delle ore 14 di oggi, Groupama 4 dista poco più di 2.645 miglia da Auckland e guida la flotta con 76,1 miglia su PUMA e 90,3 su Team Telefónica, terzo, In quarta posizione è Abu Dhabi che ha un ritardo di 99,9 miglia, CAMPER è quinto a 115,6 e Team Sanya è sesto con 165,6 miglia di distacco.

Posizioni al rilevamento delle ore 13 GMT (14 ora italiana) del 1 marzo 2012
1. Groupama sailing team, a 2.645,2 miglia da Auckland
2. PUMA Ocean Racing powered by BERG, +76,1
3. Team Telefónica, +90,3
4. Abu Dhabi Ocean Racing, +99,9
5. CAMPER con Emirates Team New Zealand, a 115,6
6. Team Sanya, +165,6