SVN logo
SVN solovelanet
venerdì 25 settembre 2020

Camper finalmente a Itajaì

Finalmente Camper ha tagliato la linea del traguardo dopo quasi 31 giorni, ottenendo un meritato quarto posto che gli vale 15 punti e che consolida la sua terza posizione nella classifica generale

Abbonamenti SVN
ADV
Itajaì, Brasile - Alle 14.35.44 UTC di oggi, dopo 30 giorni, 11 ore, 35 minuti e 44 secondi CAMPER with Emirates Team New Zealand ha finalmente tagliato la linea del traguardo di Itajaì, in Brasile al termine di una quinta tappa che per il team ispano/neozelandese è stata molto lunga e faticosa.

L’equipaggio guidato da Chris Nicholson ha portato a termine la sua fatica avendo navigato quasi 11 giorni in più dei suoi avversari.

CAMPER chiude al quarto posto nella classifica di tappa e si aggiudica 15 punti che gli permettono di rimanere sul terzo gradino del podio generale con 119 punti, alle spalle di Team Telefonica e Groupama, rispettivamente a 147 e 127 punti, e di tenere a distanza seppur ravvicinata gli americani di PUMA, vincitori della tappa, che ora hanno 6 punti di ritardo.

Sui visi degli undici velisti stanchezza ma soprattutto molto sollievo dopo una tappa che si è trasformata in una vera maratona di quasi 9.100 miglia per il team costretto a fermarsi cinque giorni nel porto cileno di Puerto Montt per riparare i danni subiti nelle dure condizioni del pacifico meridionale.

Per l’equipaggio e lo shore team di CAMPER i prossimi giorni si prospettano decisamente intensi, visto che oltre a recuperare le forze tutti saranno impegnati a mettere a punto la barca per i prossimi impegni, la DHL In-port race di sabato ma soprattutto la sesta tappa da Itajaì a Miami, che partirà domenica. “Credo dovremo togliere l’albero, ha fatto 9.000 miglia senza essere controllato quindi ha bisogno di una verifica. La barca è in condizioni perfette, quindi probabilmente non dovremo toglierla dall’acqua. Però ci sono una serie di piccolo lavori da fare. Potremmo anche scendere dalla barca e tornare sabato, prenderci una pausa, ma è possibile che un piccolo problema si trasformi in uno più serio, quindi non faremo così. Lo shore team lavorerà duro per riportare tutto al massimo, e conoscendoli i ragazzi faranno tutto ciò che è necessario. Ciò che mi preoccupa non è la mancanza di riposo ma piuttosto la mancanza di preparazione sulla meteo della prossima tappa. Dovremo leggere con attenzione le note del team di terra per capire cosa ci aspetta."

A Itajaì, intanto i primi tre arrivati PUMA, Telefonica e Groupama sono stati rimessi in acqua dopo essere stati sottoposti a un refit completo, nei primi due casi, mentre i francesi hanno anche effettuato lavori alla parte poppiera dello scafo e montato l’albero di rispetto in sostituzione di quello rotto nelle fasi finali della tappa.

Abu Dhabi è ancora sul cargo che lo sta trasportando in Brasile e il team di tecnici, a cui si sono aggiunti alcuni costruttori, è pronto per mettersi al lavoro e sostituire un’ampia zona della prua con pezzi in carbonio preparati ad hoc. “Tutto è pronto a parte il pezzo finale del puzzle, la barca.” Ha detto il direttore del team Jamie Boag. “Si dovrà lavorare a tempo pieno per completare il lavoro, e abbiamo studiato la procedura nel dettaglio per essere certi che tutto sia fatto nella maniera più efficiente possibile. Tuttavia, non possiamo permetterci di affrettare le cose.” La scadenza che si sono posti i componenti del team è di poter tornare in acqua prima di sabato.
 
Il programma prevede infatti che si ritorni alla competizione, con la DHL In-port Race Itajaí sabato 21 aprile alle 19 ora italiana (le 14 locali) prima prova che assegna punti, e il giorno seguente domenica 22 aprile la partenza della sesta tappa che porterà la flotta a Miami, in Florida USA, per un totale di oltre 4.800 miglia.

Ordine d’arrivo quinta tappa, Auckland/Itajaì
1. PUMA Ocean Racing powered by BERG: 19d 18h 09m 50s
2. Team Telefónica: 19d 18h 22m 29s
3. Groupama sailing team, 23d 12h 58m 44s
4. CAMPER with Emirates Team New Zealand, 30d 11h 35m 44s
5. Abu Dhabi Ocean Racing, ritirato dalla quinta tappa
6. Team Sanya, ritirato dalla quinta tappa

Classifica provvisoria Volvo Ocean Race 2011-12
1. Team Telefónica, 147 punti
2. Groupama sailing team, 127
3. CAMPER con Emirates Team New Zealand, 119
4. PUMA Ocean Racing powered by BERG, 113
5. Abu Dhabi Ocean Racing, 55
6. Team Sanya, 25