SVN logo
SVN solovelanet
venerdì 18 settembre 2020

Telefonica Blue al fotofinish

Dopo duemila miglia di navigazione i primi quattro classificati hanno tagliato il traguardo con distacchi ridottissimi. A precedere tutti è stata la barca spagnola comandata da Bouwe Bekking

Abbonamenti SVN
ADV
Singapore - “Il miglior finale di sempre”. E come dare torto a Magnus Olsson, velista di Ericsson 3 con sei edizioni di Volvo Ocean Race alle spalle, quando definisce le ultime ore di arrivo del terzo trasferimento d’altura, vinto da Telefonica Blue, tra le più belle della storia della competizione.
Dopo duemila miglia di navigazione, da Kochi (India) a Singapore, i primi quattro classificati hanno tagliato il traguardo con distacchi ridottissimi. A precedere tutti è stata la barca spagnola comandata da Bouwe Bekking, transitata sulla linea d’arrivo alle 14,51 GMT di ieri, soltanto diciassette minuti prima di Puma, cui è seguito dopo appena cinquanta secondi Ericsson 3 e, dopo altri quaranta secondi, Ericsson 4.
Incredibile, neanche fosse un match race; anche perchè, prima di tagliare il traguardo, i quattro protagonisti si sono scambiati più volte le posizioni come racconta Ken Read, skipper di Puma: “Sono stati gli attimi più stressanti della mia carriera – ha detto il comandante della barca americana – con continui avvicendamenti nelle ultime ventiquattro ore. Ogni equipaggio è stato, almeno per pochi secondi, in testa alla regata. A noi è toccato per due volte, ma siamo anche scivolati al quarto posto. Tutto ciò con numerosi pescherecci e detriti intorno”.
Con distacchi maggiori hanno invece raggiunto Singapore in tarda serata Telefonica Black, Green Dragon e Team Russia, mentre Delta Lloyd, rallentata da un problema alla chiglia, sta completando le ultime miglia in queste ore.
I risultati di questa terza tappa cambiano il volto alla classifica, riducendo il vantaggio di Ericsson 4 sugli inseguitori.

L’equipaggio di Torben Grael sembra al momento ancora largamente favorito, anche se Puma e Telefonica Blue hanno dimostrato di avere le carte in regola per giocarsi la partita fino alla fine. Ora spazio alle vacanze natalizie e a quindici giorni di sosta. Si tornerà in mare il 10 gennaio, per una in-port race (regata tra le boe) che precederà il quarto trasferimento da altura, da Singapore a Qingdao, lungo 2.500 miglia.

Classifica finale terza tappa Volvo Ocean Race:
1. Telefonica Blue
2. Puma
3. Ericsson 3
4. Ericsson 4
5. Telefonica Black
6. Green Dragon
7. Team Russia
8. Delta Lloyd

Classifica generale Volvo Ocean Race:
1. Ericsson 4 – 35 pt.
2. Telefonica Blue – 30.5 pt.
3. Puma – 27.5 pt.
4. Ericsson 3 – 23.5 pt.
5. Green Dragon – 20.5 pt.
6. Telefonica Black – 19.5 pt.
7. Team Russia – 10.5 pt.
8. Delta Lloyd – 9 pt.