SVN logo
SVN solovelanet
mercoledì 30 settembre 2020

Tante novità in vista della quarta tappa

Tra queste, il ritiro di Team Russia, che non dispone dei fondi necessari per continuare l'avventura transoceanica

FeB
ADV
Singapore - Non si direbbe proprio che la Volvo Ocean Race sia andata in ferie. Questi venti giorni di sosta sono stati, infatti, movimentati quasi come una tappa d’altura e tanto altro dovrà ancora accadere prima che gli equipaggi riprendano il mare, il prossimo 11 gennaio, per la In-port race di Singapore.
Procedendo in ordine temporale, il primo colpo di scena è arrivato da Team Russia, costretto al ritiro a causa della mancanza di fondi necessari per proseguire la campagna. Le casse del consorzio di Oleg Zherebtsov necessitano infatti di almeno due milioni di euro per permettere il ritorno in gara del VoR 70 comandato da Andreas Hanakamp che, nel frattempo, ha lasciato Singapore alla volta di Città del Capo, da cui raggiungerà Rio de Janeiro con la speranza di riunirsi agli altri sette sfidanti nelle tappe successive.
Tutto ancora da chiarire, invece, il capitolo proteste. Domani la giuria si pronuncerà su tre questioni scottanti. La più importante riguarda Ericsson 4, la barca che finora ha dominato la competizione, accusata dagli stazzatori James Dodd e Nick Nicholson di avere sostituito la sezione di prua al termine del primo trasferimento senza essersi sottoposta a nuove verifiche di stazza. Da sciogliere saranno anche i nodi riguardanti Ericsson 3, protestato da Telefonica Blue per una manovra scorretta nelle fasi d’arrivo a Singapore e dalla giuria stessa per non aver rispettato la distanza di sicurezza dallo Sri Lanka imposta dal regolamento.
Tra tante incertezze, di certo nel team scandinavo c’è soltanto la defezione dello skipper Anders Lewander per il prossimo trasferimento d’altura. Il velista svedese, vittima di un infortunio al ginocchio, sarà sostituito da Magnus Olsson che, con sessanta anni e sette edizioni di Volvo Ocean Race alle spalle, prenderà per la prima volta il comando di un equipaggio in questa competizione.

“Anders ci mancherà – ha dichiarato – ma un buon team deve essere pronto a sostituire chiunque. Penso che saremo ugualmente competitivi e mi auguro che Lewander si rimetta in sesto il prima possibile per tornare in regata con noi”.