SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 1 ottobre 2020

Telefonica Blue, riparazione negata

Dopo l'incidente capitato a Bekking e compagni nelle fasi di partenza della scorsa tappa, la giuria della competizone ha negato il compenso chiesto dal consorzio iberico

FeB
ADV
Rio de Janeiro – Si torna in mare. E senza cambiamenti in classifica generale. Già, perchè la richiesta di riparazione avanzata da Telefonica Blue è stata respinta e rispedita al mittente. Il team comandato da Bouwe Bekking aveva infatti lamentato un’inefficienza da parte del comitato di regata che aveva posizionato le boe di partenza della quinta tappa in una zona pericolosa a causa dei bassi fondali, tra l’altro mal segnalati dalle carte nautiche.

La barca spagnola, difatti, è stata vittima di una collisione con uno scoglio che ha causato una crepa sulla lama di deriva, costringendo gli iberici a salpare con diciannove ore di ritardo per risolvere il problema. “Sono contrariato – ha detto Bouwe Bekking – per questa decisione a nostro sfavore e invece molto fortunata per il comitato. Ma questo è il mondo delle regate. Noi abbiamo fatto del nostro meglio”.

Telefonica Blue potrà tuttavia recuperare qualche punto al capolista Ericsson 4 già domani, quando si terrà la In-Port Race di Rio de Janeiro. In acqua torneranno anche gli assenti dell’ultima tappa, Telefonica Black e Delta Lloyd, rendendo così la competizione ancor più avvincente e facendo aumentare le possibilità di guadagnare o perdere punti sui diretti avversari. Terminata questa prova corta, gli equipaggi cominceranno a prepararsi per il sesto trasferimento d’altura, una navigazione lunga 5.000 miglia da Rio de Janeiro a Boston, la cui partenza è fissata per sabato 11 aprile.

Classifica generale Volvo Ocean Race:
1. Ericsson 4 – 63,5 pt.
2. Puma – 53 pt.
3. Telefonica Blue – 50,5 pt.
4. Ericsson 3 – 43,5 pt.
5. Green Dragon – 39,5 pt.
6. Telefonica Black – 21 pt.
7. Delta Lloyd – 12 pt.
8. Team Russia – 10,5 pt.