SVN logo
SVN solovelanet
venerdì 18 settembre 2020

Sempre Telefonica Blue

La barca comandata da Bouwe Bekking nelle ultime quarantotto ore è riuscita a mantenere intatto il proprio vantaggio nei confronti degli inseguitori. Ericsson 4 insegue al secondo posto con quattordici miglia di svantaggio

Abbonamenti SVN
ADV
Oceano Atlantico – Continua la marcia dei sette scafi impegnati nella sesta tappa di Volvo Ocean Race, un trasferimento di 5.000 miglia da Rio de Janeiro a Boston. Quando la flotta si trova al largo di Recife, con la prua rivolta verso nord-nord est, in direzione del cancello di Fernando de Noronha, il primo posto è occupato stabilmente da Telefonica Blue.

La barca comandata da Bouwe Bekking nelle ultime quarantotto ore è riuscita a mantenere intatto il proprio vantaggio nei confronti degli inseguitori. Ericsson 4 insegue al secondo posto con quattordici miglia di svantaggio, tallonato a un solo miglio da Delta Lloyd, finora la vera sorpresa di questo trasferimento d’altura. L’ex Abn-Amro 1, a dispetto dell’età (ha partecipato e vinto l’ultima edizione della VoR), sta riuscendo a tenere il ritmo dei primi, guadagnando un piccolo margine sul gruppo di coda, comandato da Telefonica Black e chiuso da Green Dragon.

L’aliseo, intanto, continua a non entusiasmare gli equipaggi. Le barche navigano al traverso di venti provenienti da est-sud est di circa dieci nodi, che impediscono di raggiungere l’equatore a velocità esaltanti. La situazione sembra destinata a rimanere tale anche nelle prossime ore, almeno fino a che le barche non doppieranno l’isola di Fernando de Noronha, che il regolamento impone di lasciare a sinistra.

Classifica provvisoria sesta tappa:
1. Telefonica Blue: 3.948 miglia all’arrivo
2. Ericsson 4: + 14 miglia
3. Delta Lloyd: + 15 miglia
4. Telefonica Black: + 25 miglia
5. Puma: + 29 miglia
6. Ericsson 3: + 33 miglia
7. Green Dragon: + 53 miglia