SVN logo
SVN solovelanet
mercoledì 30 settembre 2020

Sfida italiana: Soldini a bordo

Il velista lombardo ha chiarito che sarà impegnato come skipper nella prossima avvenutra italiana alla VoR. Da chiarire su quale barca: si pensa a uno scafo del Team Ericsson

FeB
ADV
Genova - Assume contorni sempre più definiti la prossima sfida italiana lanciata dallo Yacht Club Italiano di Carlo Croce alla Volvo Ocean Race, che partirà dal porto di Alicante nell'ottobre del 2011. In un'intervista rilasciata al portale Repubblica.it, Giovanni Soldini, designato come responsabile del progetto sportivo, ha chiarito alcuni aspetti riguardo al suo ruolo. "Farò parte del progetto - ha detto - non come team manager, ma sarò certamente in barca".

Rimangono invece dei dubbi su quale sarà l'unità che affronterà i tre oceani, condotta da un equipaggio interamente azzurro. Carlo Croce, in una recente intervista, aveva ventilato l'ipotesi di costruire una nuova imbarcazione, ma alcune indiscrezioni lasciano pensare che la sfida italiana sarà affrontata a bordo di una delle unità che hanno partecipato all'ultima edizione della VoR.

"Finora - ha chiarito Soldini - non abbiamo finalizzato alcun accordo in questo senso. Le barche disponibili sono cinque e se si escludono quelle di Team Russia che si è ritirato prematuramente dalle regate e Green Dragon, non particolarmente performante, non è che rimangano molte opzioni". Logico quindi pensare all'utilizzo dello scafo che fu di Puma, oppure ad un altro appartenente alle scuderie Ericsson e Telefonica.

Intanto, novità trapelano anche sul fronte delle sponsorizzazioni. Sembra, infatti, che sarà la casa automobilistica Fiat ad accompagnare l'avventura italiana intorno al globo. Ulteriori dettagli potrebbero essere forniti nei prossimi giorni da Carlo Croce, che dovrebbe rilasciare una conferenza stampa sull'argomento.