SVN logo
SVN solovelanet
venerdì 25 settembre 2020

Dalton pensa all’Oceano

Il patron di Emirates New Zealand ha avviato una trattativa con Telefonica per la costituzione di un nuovo sindacato che affronti la prossima edizione della transoceanica a taappe

Abbonamenti SVN
ADV
Wellington – Grant Dalton, numero uno di Emirates New Zealand, sta seriamente pensando di dare il via a una campagna per la prossima Volvo Ocean Race. Attraverso una dichiarazione al portale Sail World, lo stesso velista kiwi, già protagonista in sette edizioni della transoceanica a tappe, ha ammesso tutto il proprio interesse. “Non è un segreto – ha detto – che il mio desiderio è quello di partecipare alla VoR e ne ho già parlato con Telefonica. Non c’è stato nessun accordo tra le parti, ma sicuramente allargare la partecipazione di Emirates New Zealand a più competizioni, come accaduto per i TP 52, è una possibilità da prendere in seria considerazione”.
Sarebbe quindi il colosso delle telecomunicazioni spagnolo, quest’anno iscritto alla Volvo Ocean Race con due barche, a sostenere l’avventura dello skipper neozelandese che delegherebbe a Dean Barker e Kevin Shoebridge lo sviluppo delle campagne di Coppa America e TP 52. Dalton aveva già provato ad avvicinarsi alla Volvo Ocean Race in estate, con una proposta allo Yacht Club Costa Smeralda che però ha preferito concentrare i propri sforzi sul Louis Vuitton Trophy. Con Telefonica, invece, Dalton ritroverebbe Marcelo Botin, il progettista di fiducia che ha realizzato i più importanti scafi di New Zealand.
Il nuovo regolamento della VoR vieta, tuttavia, le campagne con più di un’imbarcazione. L’azienda telefonica iberica continuerebbe quindi a sviluppare la sfida intrapresa in questi anni con Pedro Campos, sponsorizzando un nuovo consorzio da affidare interamente a Dalton.