SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 24 settembre 2020

Pericolo pirati, cambia il percorso

Salta il trasferimento da Città del Capo ad Abu Dhabi. Le barche in gara navigheranno in un porto sicuro ancora da identificare e poi saranno trasportate via cargo negli Emirati

Abbonamenti SVN
ADV
Alicante – Nuova rotta per la Volvo Ocean Race. Le barche avrebbero dovuto navigare nel corridoio di mare dell’Africa orientale nell’oceano indiano per la seconda tappa da Città del Capo ad Abu Dhabi e successivamente per la terza tappa da from Abu Dhabi a Sanya in Cina. Dopo aver ricevuto indicazioni dalla società specializzata in sicurezza marittima Dryad Maritime Intelligence e dalla federazione internazionale della vela (ISAF), gli organizzatori della regata hanno deciso che mantenere la rotta originaria avrebbe messo a rischio la sicurezza degli equipaggi in gara. Per questo motivo le barche partecipanti navigheranno da Città del Capo verso un “porto sicuro” che per il momento non è stato reso noto, per essere poi trasportate verso un approdo vicino ad Abu Dhabi, da dove riprenderanno il mare. Questo processo si ripeterà, ma in senso inverso, per la terza tappa prima che la flotta prosegua per Sanya, la quarta delle dieci sedi della regata, che si protrarrà fino al luglio 2012.
“E’ stata una decisione terribilmente dura da prendere” sono le parole di Knut Frostad, direttore generale della Volvo Ocean Race. “Abbiamo consultato i maggiori esperti in sicurezza marittima e commerciale e quello che ci hanno detto non avrebbe potuto essere più chiaro. La soluzione che abbiamo trovato implica che la regata arriverà comunque ad Abu Dhabi, dove si correrà anche la prevista in-port race. Abu Dhabi è una componente molto importante dei nostri progetti, una delle più rilevanti visto che si tratterà della prima volta in assoluto che un giro del mondo si fermerà in un porto del Medio Oriente. E, ora, avremo una tappa corta ma molto interessante verso l’emirato dove arriveremo in concomitanza del Capodanno.”