SVN logo
SVN solovelanet
lunedì 21 settembre 2020

Gram-Hansen, vittoria di casa

Il velista danese trionfa a sorpresa nelle acque di Aarhus. Un successo meritato, dopo aver sconfitto in finale Torvar Mirsky con il punteggio di 3-0

Abbonamenti SVN
ADV
Aarhus - Gram-Hansen al settimo cielo. Il velista danese al ritorno dopo un anno di inattività nel World Match Racing Tour, il circuito internazionale riservato agli specialisti dell’uno contro uno, si è aggiudicato la settima tappa dell’evento, disputata nelle acque di casa, ad Aarhus.

Un successo netto e limpido, giunto al termine di una grande settimana di regate e grazie a un ottimo equipaggio in cui, oltre al tattico Rasmus Kostner, ha spiccato l’italiano Pierluigi De Felice. Gram-Hansen, dopo aver concluso il round robin eliminatorio al secondo posto dietro a Peter Gilmour, si è sbarazzato in semifinale dello stesso velista australiano, in un emozionante duello concluso con il punteggio di 3-1. Dall’altra parte del tabellone, in una sfida non meno combattuta, Torvar Mirsky ha avuto la meglio di Mattias Rahm con tre vittorie a due.

A senso unico è stata invece la sfida finale. Un motivatissimo Gram-Hansen non ha avuto troppi problemi nello sbarazzarsi di Torvar Mirsky con il punteggio di 3-0 su un campo di regata battuto da venti moderati che hanno progressivamente aumentato la loro intensità. Lo skipper danese è sempre uscito vincitore dal circling iniziale ed è riuscito a mantenere la prima posizione in ogni regata.

“Arrivare dalle semifinali – ha dettto Gram-Hansen – dopo aver battuto Peter Gilmour è stata per noi una grande iniezione di fiducia. Nella finale, poi, ogni dettaglio è andato per il verso giusto, anche se devo riconoscere che il mio equipaggio ha regatato molto bene, soprattutto nelle prime due prove quando il vento era più leggero ed era più difficile far camminare la barca”.

Di contro, Mirsky ha ammesso di non aver affrontato la finale con la necessaria determinazione. “Stare al passo di Gram-Hansen – ha detto – era davvero molto difficile. Inoltre, eravamo contenti per aver raggiunto la finale dopo lo splendido duello con Mattias Rahm, e forse per questo motivo non siamo rimasti abbastanza concentrati”.

Mirsky, tuttavia, può considerarsi davvero soddisfatto per essere salito al comando della classifica generale del World Match Racing Tour, con due punti di vantaggio su Adam Minoprio e sedici nei confronti di Mathieu Richard.