SVN logo
SVN solovelanet
martedì 20 ottobre 2020

"Puntiamo sulla continuità”

Tanti spunti durante il convegno dedicato alle prospettive commerciali e di marketing per la vela agonistica. Con le nuove tecnologie viste sempre più come punto di riferimento

Abbonamenti SVN
ADV
Estoril – Sono iniziati ieri a Estoril, in Portogallo, i lavori del World Yacht Racing Forum, il convegno dedicato allo sviluppo della vela agonistica. E nei vari interventi è stato evidenziato come la continuità rappresenti un elemento fondamentale per il successo commerciale e di pubblico di questo sport. Ad aprire il dibattito è stato James Spithill, timoniere di Bmw Oracle durante l'ultima Coppa America. “Per avere successo – ha detto l'australiano – il nostro sport necessità di tre elementi: continuità, sostenibilità e un grande pubblico. Questi sono i fattori principali per garantire un ritorno economico ai nostri sponsor”. Spithill ha poi indicato nella copertura televisiva il fattore chiave per raggiungere questi risultati. “Guardate il campionato Nascar o il Tour de France – ha detto – eventi molto ripetitivi e con pochi momenti esaltanti. Hanno un grande pubblico, grazie alla qualità della copertura televisiva, della tecnologia abbinata e ai commenti spettacolari”.
Sulla stessa linea d'onda si è sintonizzato Knut Frostad, amministratore delegato della Volvo Ocean Race. “Il calcio ha successo, la Forumula 1 pure – ha dichiarato – ma la vela no. Dobbiamo puntare sui nuovi canali di comunicazione, per avere sempre più visibilità”. A porre la luce su altri aspetti, è stato invece Pau Serracanta, direttore generale della Moto GP. “Il nostro programma – ha detto – si ripete anno dopo anno. Gli eventi si svolgono nello stesso posto e nelle stesse date, e questo fornisce certezze agli sponsor che firmano contratti anche molto lunghi. Inoltre, la Moto GP non avrebbe lo stesso successo senza Valentino Rossi, così come lo sci ha perso molto dopo l'addio di Alberto Tomba e il ciclismo dopo quello di Lance Armstrong. Per far innamorare il pubblico servono i grandi personaggi”.