SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 22 ottobre 2020

Si conclude oggi lo Yachting Festival di Cannes

Dehler 34 - anteprima mondiale
Euphoria 68 - Sirena Marine
X 4 - X-Yachts

Volge al termine la prima kermesse tra l’ottimismo generale la prima kermesse autunnale

Abbonamenti SVN
ADV
Cannes (Francia) – Si chiude oggi lo Yachting Festival di Cannes, probabilmente il più piacevole dei saloni autunnali. Ricco d’imbarcazioni a vela, che qui trovano ampi spazi di esposizione, Cannes è diventato, negli ultimi anni, il salone dove si presentano le novità, onore che condivide con il Boot di Dusseldorf. Italiani, francesi e tedeschi scelgono questo appuntamento per presentare le novità di stagione.

Quest’anno abbiamo avuto modo di vedere due barche italiane particolarmente interessanti, il nuovo Grand Soleil 58, disegnato da Felci – Nauta Design, barca performance molto aggressiva esposta a Cannes nella sua veste full carbon, e il nuovo Solaris 47, barca di rara eleganza che conferma la tradizionale qualità del cantiere di Aquileia.

I tedeschi di Dehler hanno scelto Cannes per presentare il nuovo Dehler 34, una barca destinata ad avere un ottimo successo di vendite anche in Italia vista la sua estetica particolarmente piacevole e le sue doti di performance. La barca è disegnata dallo studio Judel Vrolijk.

Sempre dalla Germania, ma in casa Bavaria, una grande sorpresa, il nuovo Bavaria 57 disegnato dall’italiano Maurizio Cossutti, un cambio di marcia nel cantiere tedesco che sceglie, come ormai la maggior parte dei grandi player, lo stile italiano per provare a rilanciare il marchio sul mercato.

I francesi giocano in casa e visto che il salone di Parigi ha perso molto del suo appeal, portano qui le loro novità. Beneteau ha presentato il nuovo Oceanis 38.1, l’Oceanis Yacht 62 e il Sense 57, mentre Jeanneau ha presentato il nuovo 51 piedi della gamma Jeanneau, una derivazione del Sun Odyssey 509, passato sulla gamma lusso del cantiere francese.

Wauquiez ha portato il suo nuovo Pilot Saloon 58, un evoluzione del 48 presentata l’anno scorso, una barca che si colloca ai vertici della scala qualitativa di questa fascia di grandezza.

A spiccare come sempre, per originalità e fascino, la Fora Marine, che ha presentato il nuovo RM 1070, una barca in compensato marino resinato adatta per chi ama navigare molto, velocemente e in ogni mare.

Una bella sorpresa dal cantiere turco Sirena Marine che ha presentato due modelli: il nuovo Azuree 41, che ha mostrato un grande salto qualitativo e una raggiunta maturità del cantiere che ormai si può collocare nella parte alta della fascia qualitativa delle costruzioni di serie, e l’Euphoria 68, modello appartenente al marchio del lusso del cantiere. Anche per questo modello evidente un netto miglioramento del prodotto e il raggiungimento di un livello per cui la barca può sicuramente essere annoverata tra i prodotti di lusso da prendere in considerazione nella fascia 65 -70 piedi.

Sempre nel settore delle barche sopra i 65 piedi abbiamo avuto modo di ammirare il nuovo Contest 67 CS, una barca dallo stile classico moderno particolarmente gradevole e della quale potrete leggere l’analisi delle caratteristiche tecniche sulle pagine di Solovelanet nel mese di novembre.

Altra novità degna di nota il Mylius 76 DH, versione con tuga alta del 76 FD (flash deck) presentato alcuni mesi fa.

Lungo i viali del salone la lingua più parlata, dopo il francese, è stata quella italiana. L’affluenza di nostri connazionali al salone francese è stata, come sempre, in questi ultimi anni, molto elevata.

Yachting Festival di Cannes - Edizione 206 dal 6 all'11 settembre 2016.