SVN logo
SVN solovelanet
mercoledì 25 novembre 2020

Il ritorno del corsaro

Il corpo rinchiuso in una bara completo di armatura potrebbe essere finalmente ritrovato

Abbonamenti SVN
ADV
Il corpo del corsare inglese, protetto dalla regina Elisabetta, Sir Francis Drake, potrebbe essere ritrovato nei prossimi mesi. A sostenerlo è Pat Croce, il proprietario del museo St. Augustine Pirate & Treasure Museum in Florida. Pat sostiene di aver ritrovato i resti bruciati della Elisabeth e la Delight, velieri sui quali avrebbe viaggiato la bara del corsaro per arrivare al luogo della sepoltura, quando furono affondate in una battaglia al largo del canale di Panama nel 1596.
Sir Francis, il quale erroneamente viene spesso definito quale pirata, era al servizio della Regina Elisabetta che lo aveva autorizzato ad attaccare le navi spagnole e lo protesse durante tutta la sua lunga carriera sino ad arrivare a nominarlo Sir nel 1581.
Drake che fu anche il primo inglese a circun navigare il globo, è il navigatore più famoso delle terre oltre Manica. La Regina con suo rammarico, non potè mai riconoscere le gesta di Drake e segretò tutti i documenti che lo riguardavano facendo giurare a chiunque era a conoscenza dei veri rapporti tra lei e il corsaro di osservare il silenzio, pena la morte.
Una spedizione archeologica è ora alla caccia della bara nella quale si dovrebbe trovare Sir Francis Drake vestito della sua armatura. La spedizione si avvale della consulenza del ricercatore londinese Trevor McEnry che ha il compito di identificare con precisione il luogo nel quale si potrebbe trovare la bara.
La spedizione promette di sollevare molte polemiche, visto che gli inglesi sono molto gelosi della loro storia, al punto di emanare una legge che dichiara proprietà della regina qualsiasi ritrovamento che concerni la storia inglese e abbia come protagonista un suddito di sua maestà.