SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 26 novembre 2020

America’s Cup, il grande flop

Il 7 luglio sul campo di regata della Louis Vuiton Cup saranno solo in due

Abbonamenti SVN
ADV
San Francisco – E’ ufficiale, la barca del Team Artemis non sarà pronta per il 7 di luglio, data d’inizio della Louis Vuitton Cup, la serie di regate che designano il team che sfiderà Oracle nella finale di Coppa America.

L’AC 72 del team guidato da Paul Cayard potrà iniziare le regate non prima di fine luglio. Questo significa che per la data prevista per l’inizio delle regate, solo due team saranno in grado di scendere in acqua, Luna Rossa e Team New Zeland. Dopo la revisione del calendario avvenuta in seguito all’incidente di Artemis nel quale ha perso la vita Andrew Simpson, le regate previste per il mese di luglio erano state portate da 21 a 15, ora si riducono a 5, per mancanza di partecipanti.

La popolarità della Coppa America, con questo ultimo problema e dopo anni di battaglie legali, scontri e regate fatte più per soddisfare le ambizioni di alcuni tra gli uomini più ricchi del mondo che per mettere a confronto i migliori team, sta subendo un drammatico calo. Al di là della stretta cerchia dei fan dei rispettivi team, i velisti di tutto il mondo che hanno sempre guardato alla Coppa America come al più importante degli eventi velici, non capiscono più cosa sta accadendo.

Se la 33esima America’s Cup è stata l’edizione delle battaglie legali, regate disputatesi più nei tribunali che tra le boe, questa edizione sarebbe dovuta essere il momento per ristabilire il primato dello sport, ma, invece, comincia a suonare come l’epilogo di una bella storia durata oltre cento anni.

Dopo la vittoria su Alinghi, Larry Ellison, proprietario di Oracle, aveva parlato di una Coppa alla quale avrebbero partecipato almeno 16 team, il che avrebbe portato sui campi di regata le rappresentanze di molte nazioni con un coinvolgimento planetario.

Oggi, a meno di un mese dall’inizio della 34esima edizione, ci sono solo due team pronti a sfidarsi per arrivare a duellare con Oracle in finale e il calendario è ancora incerto. Sono stati spesi centinaia di milioni di dollari e nessuno è soddisfatto di come stanno andando le cose.

Luna Rossa e lo stesso team Artemis, sono stati sul punto di ritirarsi, Grand Dalton, CEO del team neozelandese ha detto esplicitamente di non essere affatto entusiasta, gli sponsor vedono la loro visibilità ridotta e i numerosi eventi previsti per luglio tra una regata e l’altra dovranno essere spostati o annullati.

A questo punto è facile capire perché alcuni cominciano a definire questa Coppa America come il più grande flop della storia della vela.