SVN logo

Traffico di barche rubate, 9 i mandati di cattura

La procura di Pesaro sgomina una banda che rubava e riciclava superyachts

Abbonamenti SVN
ADV
Pesaro – Il gip di Pesaro, nell’ambito dell’operazione Olimpia che mira a sgominare una banda che rubava e rivendeva all’estero superyacht dal valore di diversi milioni di euro, ha emesso 9 ordinanze di custodia cautelare in carcere.

Olimpia è un’indagine condotta in collaborazione con Scip-Interpol di Roma e ha interessato diversi paesi: Croazia, Grecia, Turchia, Egitto, Siria, Libano e Montenegro.

La banda sgominata in questi giorni, formata da una cinquantina di persone di diverse nazionalità, rubava superyacht nei porti turistici per poi trasferirli all’estero e rivenderli. Sino ad ora il traffico aveva fruttato 20 milioni di euro.

Una ventina i latitanti stranieri ancora ricercati, mentre i componenti italiani della banda sono stati tutti assicurati alla giustizia.

I carabinieri, nell’ambito dell’operazione hanno sventato diversi furti a Nettuno, Fiumicino, Castellammare di Stabia e Pisa. Quattro superyacht sono stati sequestrati in Egitto, Grecia e a Napoli. Una quinta, invece è affondata davanti al porto di Brindisi a causa delle cattive condizioni meteo, mentre fuggiva verso la Grecia, nel naufragio, uno dei componenti della banda, ha perso la vita.

I carabinieri hanno anche sequestrato un Jammer, un apparecchio piuttosto sofisticato dotato di 6 antenne in grado di non far localizzate la barca in navigazione.