SVN logo

Splendido Team Origin, contro Azzurra è 1-1

Comandato da uno straordinario Ben Ainslie, l’equipaggio britannico ha riportato in parità la situazione nella semifinale contro Chieffi e compagni. Intanto, Emirates New Zealand vince la prima regata su Synergy

NSS
ADV
Nizza – Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. E Team Origin, nella regata in cui non poteva sbagliare assolutamente nulla, ha colto alla lettera il famoso proverbio. La barca inglese, comandata da uno straordinario Ben Ainslie, ha infatti sconfitto Azzurra nel secondo match di semifinale del Louis Vuitton Trophy. E lo ha fatto aggredendo la barca italiana sin dalle fasi di pre-partenza, infliggendo a Chieffi e compagni due penalità e costringendoli a varcare la linea dello start prima del colpo di cannone.
In questo modo, la regata non ha avuto praticamente storia. L’equipaggio britannico ha acquisito subito un vantaggio importante, di quasi un minuto, su Azzurra e durante il corso della prova è riuscito a incrementarlo fino a tagliare il traguardo di un campo di regata battuto da venti da nord-est di circa quindici nodi, con due minuti e ventinove secondi di scarto. Per decidere chi approderà nella finale del trofeo organizzato dalla casa di moda francese, servirà quindi il terzo e ultimo match, in programma domani.
Intanto, dall’altra parte del tabellone, Emirates New Zealand ha messo a segno il primo colpo nella semifinale contro Synergy. I due team ieri non si sono potuti affrontare a causa del vento troppo leggero e hanno così recuperato la regata nella prima mattinata di oggi. L’equipaggio kiwi ha chiuso la prova con ventinove secondi di vantaggio sul combattivo team russo.

© Riproduzione riservata

SVN SUPPORT
ADV