SVN logo

Negli Stati Uniti la nautica riparte dove ci sono meno tasse

I segnali che il mercato si sta riprendendo si fanno sempre più forti, ma nel Maryland si registra una nuova caduta a due cifre

Torqeedo
ADV
Annapolis – In vista del 41esimo Salone Nautico di Annapolis, uno dei più importanti degli Stati Uniti, l’ottimismo tra gli operatori si allarga e molti sono convinti che ormai la ripresa si stia consolidando. Paul Jacobs, direttore generale del Salone di Annapolis, ha dichiarato che il mercato sta ripartendo e che ormai i segnali di una ripresa si fanno sempre più concreti.

Da poco sono stati rilasciati i dati sulla vendita di accessori nautici negli States che per la prima volta, dal 2006, registrano una variazione positiva su quelli dello scorso anno.

Ad andare contro tendenza, però, è proprio una delle piazze che più rappresentano la nautica americana, quella di Baltimora, nel Maryland. Qui la crisi continua a mordere e i grafici riportano perdite percentuali a due cifre. Il motivo principale è dovuto al fatto che nel Maryland, Stato dove si trova Baltimora, si continua con una politica fiscale pesante sulle imbarcazioni.

“Sulle barche qui ci sono tasse che negli altri Stati non esistono e questo non solo non porta soldi nelle casse dell’erario, ma sta facendo si che il mercato invece di riprendersi continui a calare - dice Micheal Bern, un esperto del settore nautico di Baltimora - una politica suicida della quale non si riesce a comprendere il motivo.”



© Riproduzione riservata