SVN logo

Ricercatore italiano muore in Antartide

Luigi Michaud, ricercatore italiano di 40 anni è morto nella notte tra giovedì e venerdì scorso durante un’immersione nel mare di Ross

Abbonamenti SVN
ADV
Antartico – Nella notte tra giovedì e venerdì, a causa di un malore durante un’immersione di ricerca è morto, Luigi Michaud, assegnista dell’ Università degli Studi di Messina. Lo scienziato era in Antartide al seguito di una spedizione scientifica dell’Enea.

La tragedia mentre si trovava nelle acque del mare di Ross, antistanti la stazione “Mario Zucchelli“, sulla costa della Baia Terra Nova, per prelevare alcuni campioni.

L’uomo, quarantenne, lascia la moglie e due figli piccoli. Le cause della morte sono ancora incerte, ma s’ipotizza un malore. Michaud è la prima vittima italiana in una campo di ricerca in antartico, una zona molto frequentata dalle nostre università e dove esistono campi di ricerca Enea da molti anni e la Mario Zucchelli, una stazione di ricerca fissa.


© Riproduzione riservata