SVN logo

Bmw Oracle, la risposta è servita

Il maxi trimarano del sindacato statunitense è uscito dal capannone di San Diego con nuove modifiche per aumentarne prestazioni e resistenza. Completamente ridisegnate le sezioni di prua

Torqeedo
ADV
San Diego – Riveduto, rifinito e corretto. Così è uscito ieri dal capannone dello stabilimento di San Diego Godzilla il maxi trimarano di Bmw Oracle che, dopo quasi un anno di test, ha subito delle sostanziali modifiche per essere ancora più performante. Una risposta immediata, quella del sindacato statunitense, ad Alinghi che negli scorsi giorni ha svelato The Baby, la sua nuova unità di Coppa.

“Siamo entusiasti – ha detto James Spithill, timoniere di Bmw Oracle – di tornare in acqua con il trimarano. Noi abbiamo ancora molti test da completare in mare e con l’inizio della Coppa ormai vicino ogni giorno avrà un significato importante”.

La barca si presenta con linee più filanti, sezioni di prua completamente ridisegnate, un nuovo bompresso e senza il timone dello scafo centrale. Godzilla sarà alberata soltanto dopo essere stata messa in acqua, e tra pochi giorni comincerà una nuova serie di prove in mare.

Dopo tanti mesi di dispute legali, si torna finalmente a parlare di vela. Le super barche che si contenderanno la storica brocca ci sono. Ora non rimane soltanto che attendere di conoscere il luogo che ospiterà a febbraio del 2010 questa spettacolare sfida. Alinghi dovrà comunicarlo entro l’8 agosto.

© Riproduzione riservata