martedì 25 gennaio 2022
  breaking news

La Nave Magnaghi non trova i fusti tossici

Continuano le ricerche della nave idrografica Magnaghi per i 98 fusti tossici caduti dalla nave Venzia a dicembre scorso

Genova – La nave della marina militare Magnaghi ha già ispezionato un vasto tratto di mare (12 kmq) senza riuscire a trovare traccia dei 98 fusti persi dal cargo Venezia nel dicembre del 2011 durante una burrasca a largo di Livorno.

Ora la nave militare, dopo aver segnato a grandi linee la zona di ricerca, sta passando a un tipo di ricerca più intensa, nella quale ogni palmo di fondo marino viene passato dai suoi sofisticati scanner.

Il lavoro di ricerca è molto complesso. Da prima la nave ha dovuto creare una mappa, sulla base delle informazioni in suo possesso e delle correnti della zone di dove i fusti si potrebbero trovare, poi ha dovuto condurre una serie di ricerche sulle anomalie sonico magnetiche presenti nella zona, anomalie che potrebbero rivelare la posizione dei fusti e, ora che tutto ciò è terminato, comincia la vera e propria battitura del tratto di mare dove si pensa si possano trovare i fusti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

CATEGORIE ARTICOLI

Welcome Back!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?